Gratis
MassimoL.it

Testo Canzone 4/3/1943

Titolo
4/3/1943
Autore
Lucio Dalla
Album
Caro Amico Ti Scrivo
Testo canzone


Dice che era un bell'uomo e veniva,
veniva dal mare
parlava un'altra lingua,
pero' sapeva amare
e quel giorno lui prese a mia madre
sopra un bel prato
l'ora piu' dolce prima di essere ammazzato

Cosi' lei resto' sola nella stanza,
la stanza sul porto
con l'unico vestito ogni giorno piu' corto
e benche' non sapesse il nome
e neppure il paese
mi aspetto' come un dono d'amore fin dal primo mese

Compiva 16 anni quel giorno la mia mamma
le strofe di taverna,
le canto' a ninna nanna
e stringendomi al petto che sapeva,
sapeva di mare
giocava a fare la donna con il bimbo da fasciare.

E forse fu per gioco o forse per amore
che mi volle chiamare come nostro Signore
Della sua breve vita e' il ricordo piu' grosso
e' tutto in questo nome
che io mi porto addosso

E ancora adesso che gioco a carte
e bevo vino
per la gente del porto
mi chiamo Gesu' bambino
e ancora adesso che gioco a carte
e bevo vino
per la gente del porto
mi chiamo Gesu' bambino
e ancora adesso che gioco a carte
e bevo vino
per la gente del porto
mi chiamo Gesu' Bambino



Altre canzoni di Lucio Dalla

Testi di Lucio Dalla

Altri artisti
0-9  A  B  C  D  E  F  G  H  I  J   K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V   W  X  Y Z


Nota: i testi riportati appartengono ai loro rispettivi autori

Chiudi


Sinonimi
Traduttore latino italiano
Chat senza iscrizione

Conta giorni
Cosa fare stasera


La Canzone del Piave
Sei Fantastica
Snow (Hey Oh)
L' Amicizia
Favola
E...
Bruci La Città
Sognami
Sei nell' Anima
Il Meglio
Mila E Shiro Due Cuori Nella Pallavolo
Angelo Mio
Meglio Così
Amo Sai Di Te
Fotoricordo
Regali Di Natale
Mi fido di te
Icaro
L'immenso
Aladin - Le Notti D'Oriente